quali documenti per l'immissione in ruolo?

0 voti
mi interessa per la primaria,grazie
quesito posto il 12 Agosto 2011 da spampilo (270 punti)

4 Risposte

0 voti
Documenti da presentare entro 30 giorni per chi entra in ruolo

- Certificato di nascita rilasciato dal Comune di residenza (non occorre più l’estratto dell’atto di
nascita rilasciato dal comune di origine).
- Certificato di cittadinanza italiana rilasciato dal comune di origine o di residenza ovvero di
cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea.
- Certificato generale del Casellario giudiziale rilasciato dalla Segreteria della Procura della
Repubblica in data non anteriore a 6 mesi. Certificato di godimento dei diritti politici rilasciato
dal comune ove si vota, in data non anteriore a 6 mesi.
- Copia del foglio matricolare o certificato di esito di leva.
- Certificato di costituzione sana ed esente da difetti che impediscano il pieno rendimento del
servizio, rilasciato dall’ASL o da un medico militare in data non anteriore a 6 mesi, con
l’indicazione dell’esito dell’accertamento seriologico previsto dall’art. 7 della legge 837/1956.

Vanno invece presentati enro 3 giorni:
- certificati di servizio;
-tutti i titoli dichiarati;
per la VERIFICA del punteggio.


Qui trovi altre informazioni utili:
http://www.voglioilruolo.it/quesiti-e-risposte/30734/utili-contingenti-disponibilit%C3%A0-concorsi-graduatorie-metta
risposta inviata il 12 Agosto 2011 da Princessrosy (98,620 punti)
"Vanno invece presentati enro 3 giorni:
- certificati di servizio;
-tutti i titoli dichiarati;
per la VERIFICA del punteggio."

Allen, mi pare che sia testualmente scritto:

"A 18 . Si ricorda l’obbligo che, entro tre giorni dalla stipula del contratto a tempo indeterminato, deve essere acquisita dall’Ufficio Scolastico Territoriale competente tutta la documentazione (in originale o copia conforme all’originale) in virtù del quale è stato attribuito l’attuale punteggio di graduatoria."

Potremmo anche intuire da quale penna siano scivolati questi 3 giorni, ma permangono molti dubbi su tale articolo. Non auguro a nessuno di dover essere licenziato per un certificato mancante, quando sussiste l'assoluta buona fede. Certo, i casi sarebbero così sporadici da passare inosservati (non per chi dovesse subire ingiustamente tale trattamento).
Perché, mi chiedo, non hanno aggiunto "pena la risoluzione del contratto", come previsto nel caso di scadenza dei trenta giorni? Se davvero possono, aggiungano pure.
0 voti
grazie mille
risposta inviata il 12 Agosto 2011 da spampilo (270 punti)
0 voti
Il certificato di sana e robusta costituzione, va bene se rilasciato dal proprio medico o bisogna sottoporsi a prelievi in un centro asl?
risposta inviata il 12 Agosto 2011 da matteo80 (320 punti)
Puoi chiamarlo anche certificato di idoneità all'impiego, il tuo medico può aggiungere "non presenta ... tali da impedire l'attività di insegnamento". Lascia perdere i prelievi, se non ti è prescritto in casi particolari in base al tipo di servizio svolto.
Dovrebbe costarti qualche decina di euro.
0 voti
i certificati di servizio, tutti da quando si è iniziato?
risposta inviata il 12 Agosto 2011 da franz.83 (3,280 punti)