1996, Prodi: Monti si mette contro il governo - Per chi soffre di memoria corta

–1 voto
"Chiamatemi Mario Monti". E' su tutte le furie Romano Prodi. Tra una riunione e l' altra, il presidente del Consiglio, ieri, ha cercato il commissario europeo. Per spiegargli le sue ragioni. Per manifestargli tutto il suo disappunto per quell' intervista con la quale il responsabile al mercato interno ha criticato il Dpef, il documento di programmazione triennale approvato giovedi' in zona Cesarini: "Cosi' il governo non ci porta in Europa, sono molto preoccupato" aveva detto Monti al Corriere precisando di esprimere una "posizione personale". Risultato? Il premier e' arrabbiatissimo. Certo, l' intervista (che verra' pubblicata anche dal quotidiano tedesco Handelsblatt) ha portato lo scompiglio nella delegazione italiana al G 7. Provocando qualche crepa nella squadra di governo. Prodi, nella confernza stampa del pomeriggio, di fronte a una platea attonita di cronisti, ha detto papale papale che lui quello che pensa lo comunichera' solo allo stesso Monti. Per aggiungere subito dopo che "comunque il commissario europeo ha ottenuto il singolare risultato di mettersi in contrasto con il presidente della Ue, il quale ha tessuto proprio qui le lodi del Dpef, e con il governo del suo Paese". Parole dure come pietre. Mentre ieri Michel Camdessus, direttore generale del Fondo monetraio internazionale, ha promosso Prodi. "Credo che il Governo italiano abbia una posizione molto forte per raggiungere gli obbiettivi che si prefigge", ha detto Camdessus. Carlo Azeglio Ciampi, molto piu' rilassato, non si tira indietro: "Diro' a Mario le nostre ragioni, gli faro' vedere i numeri: realizzeremo nel corso di quest' anno una correzione complessiva di ben 51 mila miliardi compresa la manovrina". "E' il doppio di quanto previsto dal precedente Dpef; se si tiene conto . aggiunge il ministro del Tesoro . che l' economia sta rallentando, si vede che non siamo stati blandi". E che dire di Lamberto Dini, apparso anche a Lione in un ruolo un po' defilato, che certo non gradisce? "Altre volte ho manifestato la mia stima, il mio rispetto e la mia amicizia per Monti . dice Dini .. Le sue dichiarazioni possono essere prese come uno stimolo ad approvare la Finanziaria. Ben vengano se sono in linea con il Dpef, altrimenti occorre distinguere, perche' una cosa e' fare dichiarazioni di principio, un' altra avere responsabilita' di governo". Punto, fine. Perfino il ministro delle Finanze, Vincenzo Visco, ieri da Roma ha usato toni soft. Ora si aspettano gli sviluppi. Soprattutto di quella frase "il commissario europeo si e' messo in contrasto con il suo governo" pronunciata da Prodi. Il quale ieri ha messo in fibrillazione la delegazione italiana al G 7. Che ne pensa il governo delle dichiarazioni di Monti?, chiedevano in mattinata i cronisti. "Il commissario, vedrete, correggera' il tiro" era la risposta. Ma, in verita' , Monti ha fatto sapere piu' tardi che "si' , e' vero, il Dpef va nella giusta direzione, ma i tempi sono cosi' stringenti che avrei preferito una impostazione piu' incisiva". "Nell' ultimo anno la moneta unica e' diventata una prospettiva molto piu' concreta . aggiunge il commissario . Paesi grandi e piccoli hanno fatto sforzi importanti per il risanamento, anche l' Italia dovrebbe accelerare il passo". Controreplica: "Monti non corregge il tiro, va bene, pero' il presidente della Ue ha elogiato il Dpef". Ma poche ore dopo anche il mite e ininfluente Jaques Santer fa parziale retromarcia: "Il Dpef e' ok, ma i parametri di Maastricht non cambiano". Come dire, l' Italia non avra' sconti. E cosi' il Belpaese e' di fronte al dilemma di sempre: far quadrare i conti per entrare in Europa da subito, superando l' opposizione dei sindacati e di Rifondazione, ma anche le perplessita' del Pds, oppure accettare la serie B. Di fronte al dilemma, che Monti ha implicitamente riproposto, Prodi si arrabbia, Ciampi mostra invece un atteggiamento piu' pragmatico. Perche' in fondo al ministro del Tesoro il "richiamo dell' amico Mario" potrebbe anche fare gioco. Nel confronto con i sindacati e con il partito del "guai a chi tocca lo Stato sociale". Anche se dice: "Mi piace il rigore, ma non fine a se stesso", mostra una apertura concettuale sulla blindatura della Finanziaria: "Per ora non e' nei programmi di questo governo". E nei corridoi del Tesoro, a quanto si dice, l' ipotesi non sarebbe vista troppo male. Anche perche' un' eventuale blindatura garantirebbe al governo di mantenere la rotta prestabilita, a prescindere da Bertinotti.

dal corriere della sera
quesito posto il 12 Novembre 2011 da mcp (68,560 punti)

11 Risposte

–1 voto
bididi bodidi buuuuuuuuuuuuuuuuuuuummmmmmmmmmmmmmmmmm e luce fu ?
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da cippa (3,710 punti)
–1 voto
Monti: "il Dpef va nella giusta direzione, ma i tempi sono cosi' stringenti che avrei preferito una impostazione piu' incisiva".

La manovra per l'euro lui la voleva più incisiva. Voleva l'Italia con le pezze nel **** !
Non riuscendoci quella volta ci riprova adesso.

NON LO VOGLIO QUESTO GOVERNO TECNICO CON MONTI !
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da mcp (68,560 punti)
–1 voto
Monti da sempre ha semplicemente fatto gli interessi della UE.
Se lo stato cede, come non ha fatto quella volta, gli interessi economici dell'economia della UE ci schicerebbero !

Caro amico andrea se io per questo sono te e tu sei pazzo è meglio morire da pazzi che vivere da coglioni.
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da cippa (3,710 punti)
0 voti
Putin ha detto che Berlusconi è l'ultimo dei mohicani, non sono sicuro che lui si stia realmente preoccupando di questo o semplicemente per le ditte che ha qui in Italia (forse è più la seconda), però se a questo giro riesce ad andare alle elezioni tagliando le gambe a Monti, fa l'unica cosa buona del suo governo.
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da mcp (68,560 punti)
0 voti
Onore ai combattenti che non lasciano il passo a personaggi come Monti.
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da cippa (3,710 punti)
0 voti
Si salvi chi può se Monti va al governo.
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da mcp (68,560 punti)
0 voti
...ma in questo post manco solo IO!!! ;)
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da leli85 (3,240 punti)
Anche se tu dovresti essere me, comunque ti faccio la domanda hai letto l'articolo ?
(Poi che fai, metti i tre punti sospensivi iniziali e scrivi ogni tanto lettere maiuscole, l'IO è bellissimo :), per sviare ? Eheheheh, guarda che qui ci sono fulmini di guerra per l'intelligenza....quindi evita, fa come me e undocente che abbiamo uniformato il tutto, altrimenti poi possono pensare che con Moni lavoro di "grafica" diversa ehehehe)
...CAPITO !?!?!?!?!!?!?

   Ma se IO scivo cosi', secondo te ......
sono + figo ?
AHAHAHAHAHAHA ANDREA,
....dai ritiriamo la Moni dentro....
@Moni
Scusaci ma siamo, fatti così
–1 voto
andreolooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da richi (61,750 punti)
Ohi Marco,
come ti procede ? E' da tempo che non ti leggevo, cosa hai combinato ? Tutto bene ?
–1 voto
Undocente ..tu mi stai più simpatico :(
Di dove sei???
 ...ho letto un certi ardore nelle tue parole ;)
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da leli85 (3,240 punti)
@Moni
   sono a km e km di distanza da te. Anche se tu volessi
...non riusciresti a trovarmi ;)
........Ardore ? Ti piaceva il discorso sui sollazzamenti ?
Vuoi saper dove ho il mio punto G ?
AHAHAHAHAH

@undocente
....io sono curioso dove hai
dove hai il tuo punto G ?
@andrea

...qui più volte ti hanno dato del matto,
non capendo che in realtà tu sei
checca.

Li hai fatti fessi tutti, bravo !

...Se lo chiede la MONI è un altro discorso !
@undoccente, svogati pure con me ;)
...Solo perché non hai trovata Rossa75 sufficientemente buona
da farti sollazzare. (è solo un verbo transitivo,
 significa "sollevare, dare serenità"). ;)

Secondo me il tuo punto G è nel naso,
...questa è la ragione per cui
ti scaccoli sempre. ;)
@andrea,
...preferirei te da checca che Rossi75
da donna per farmi sollazzare (sempre quella cosa
..... bla bla transitiva. Se sbaglio a scrivere e scrivo solo trans
 mi ricompare Tex qui, devo fare attenzione).

...Ma xché stiamo scrivendo
in questo modo bizzarro ?

IO penso che possiamo smetterla o no ?
Ehm, va bene dai torniamo normali. Mi rimarrà sempre il dubbio del tuo punto G.
+1 voto
Ci siamo tenuti 20 Berlusconi possiamo sopportare qualsiasi cambio! Non e' che Prodi fosse un grande condottiero... Ora io sono di sinistra e lo confesso senza problemi ma insomma Prodi nemmeno io l'ho votato...
risposta inviata il 12 Novembre 2011 da Damaremonteapianura (113,920 punti)
Io ti confesso una altra cosa invece, però tu non dirla a nessuno.

Destra, sinistra, centro non esitono oggi giorno. La politica di oggi è, a mio modo di vedere, un meccanismo per regolamentare, organizzare e rispondere alle chiamate della Storia.

E ora la Storia ci invita a salvarci e a rifarci grandi. La sola risposta che noi possiamo mettere in campo sono l'onestà e la responsabilità.

Questa è secondo me l'unica divisione che ci può stare tra chi ci sta e chi invece non ci sta.

Il declino che stiamo affrontando si evita principalmente con la rivoluzione culturale, che deve essere fondamento del nostro possibile Nuovo Risorgimento in grado di preparare il Nostro Rinascimento.

La politica autoreferenziale di oggi è l'esatto opposto della nuova politica.
(Es.: Vedi non ultimo Renzi, con la propaganda della rottamazione, che non ha vuto successo perché ? Perché fa perno solo su una parte della politca. Non si è accorto però che i tempi stanno cambiando. I modi di far politca stanno cambiando, le persone stanno cambiando. Tranne Tex che è rimasto indietro...ma è una persona ignorante)

Oggi l'interesse è uno solo, quindi il modo di far politica ed intenderla è unico.

Da ciò cosa voglio dire, io non sono di destra o di sinistra o di centro, io sono fatto per ascoltare chi vuol far politica, i suoi programmi e votare. Sperando nella sua onestà e resposabilità. Perciò credo nelle elezioni ! Perché così si costituiscono patti sociali tra il popolo e i politici.

Monti già nel 1996 non ha approvanto il modo di operare del governo italiano e gli è stato detto:
"Mi piace il rigore, ma non fine a se stesso", mostra una apertura concettuale sulla blindatura della Finanziaria: "Per ora non e' nei programmi di questo governo".

Lui voleva fare altro ma non gli è stato permesso. Allora se oggi me lo ritrovo dopo anni imposto dalla UE con giochetti di palazzo la cosa mi rende alquanto incazzato. Non è lui l'uomo giusto. Bisogna andare alle elezioni e trovare un patto sociale tra il popolo e i politici.
@andrea76
..........se ti dico che hai ragione poi
qualcuno mi dice che tu sei me ?
@undocente  ;) HO UNA IDEAONA !
...se mi dici che ho raggione vengo lì
e ti tocco il sedere per l'emozione
@andrea
....una occasione in più per dirti che non sei pazzo
ma semplicemente checca...e la ragione
 non te la do ;)
0 voti
Undocente e se tu fossi Marco79 ?
risposta inviata il 13 Novembre 2011 da mcp (68,560 punti)
@andrea76
....interessante come teoria.