consigli sul mio primissimo giorno dii insegnamento....

0 voti
iao, la settimana prossima inizierò la mia prima supplenza in assoluto e mi è stata assegnata in un istituto professionale, insegnerò francese. sono nel pallone, non ho la più pallida idea di cosa fare...cosa mi consigliate di fare, soprattutto il primo giorno quando entrerò in classe?
quesito posto il 8 Dicembre 2011 da raffaella78 (5,560 punti)

7 Risposte

0 voti
Prima cosa: mantenere la calma di fronte agli studenti.
Seconda cosa: cerca di andare a scuola domani o sabato, comunque prima di lunedì, informati sulle classi che avrai e guarda i libri di testo (magari portandoteli a casa). Guarda il registro dell'insegnante, a quale punto del programma sono arrivate le classi.
Terza cosa (secondo me fondamentale): se puoi cerca di contattare l'insegnante e di chiederle istruzioni. Magari lei desidera che venga fatto qualcosa in particolare (soprattutto perchè ci avviamo alla fine del quadrimestre). In questo senso, però, molto dipende dalla durata della supplenza: se si tratta di una maternità, magari fino a fine anno, avrai più libertà, altrimenti sarai più vincolata.
risposta inviata il 8 Dicembre 2011 da melins (20,130 punti)
0 voti
ciao grazie.....in effetti credo si tratti di uno spezzone di cattdra, perchè la segretaria al tel mi ha detto che è fino al 30 giugno ma non ha fatto riferimenti a eventuali sostituzioni......io pensavo il primo g di entrare, fare le presentazioni, chiedere cosa hanno fatto finora e magari somministrare un test di ingresso per rendermi conto delle loro conoscenze....che ne pensi?
risposta inviata il 8 Dicembre 2011 da raffaella78 (5,560 punti)
0 voti
Ottima idea. Così ti farai un'idea e saprai da dove riprendere il filo del discorso
risposta inviata il 8 Dicembre 2011 da Damaremonteapianura (113,920 punti)
0 voti
Bè, è ovvio che ci devono essere le presentazioni e (se rimani fino alla fine dell'anno) il test d'ingresso, però sicuramente questa classe ha avuto un altro insegnante dall' inizio dell'anno fino ad ora e quindi puoi avvalerti della sua esperienza e delle informazioni che può darti. Anch'io, che ormai insegno da tanti anni nella stessa scuola, quando mi viene affidata una classe che l'anno prima non avevo, chiedo informazioni alla collega che c'era prima di me. Fidarsi degli alunni è bene ma accade spesso che non siano proprio onestissimi nel dire ciò che hanno fatto perchè è più comodo dire che hanno fatto poco, che l'insegnante non faceva niente ... Succede anche nelle classi migliori ... a quello che dicono occorre sempre togliere la tara.
risposta inviata il 8 Dicembre 2011 da melins (20,130 punti)
0 voti
grazie colleghi :-)
risposta inviata il 8 Dicembre 2011 da raffaella78 (5,560 punti)
0 voti
Vedrai che ti divertirai un casino... io adoro le scuole un po' "approssimative", dove trovi un po' di tutto. Dico sempre, facile insegnare al liceo classico, al professionale invece devi sfruttare ogni spiraglio per non perdere per strada gli alunni! Vedrai che sarà il tuo intuito a dirti che cosa fare, o meglio, come farlo! Perché al professionale il problema non è tanto il libro di testo o il programma:-) Vedrai che però alla fine ci lascerai il cuore... in bocca al lupo, davvero! Anche se tedesco è meglio di francese eheh:-) (deformazione professionale...)
risposta inviata il 8 Dicembre 2011 da moyrarispoli.to (105,060 punti)
0 voti
ciao Erlkoenig.....grazie per la tua spinta emotiva.....dalle tue parole traspare molto entusiasmo, spero di averne anch'io! si sente che ami il tuo lavoro! ti confesso che sono un pò agitata, è la mia primissima volta in classe da insegnante e dovrò anche fingere un certo autoritarismo, perchè io son tutto tranne he autoritaria ;-)
per quanto riguarda il tedesco, posso dirti che alle supeiori lo amavo e all università esitavo se fare francese o tedesco, poi per caso senza motio ho scelto il francese........
risposta inviata il 8 Dicembre 2011 da raffaella78 (5,560 punti)