TFA SOSTEGNO X ORA NON VENGONO ATTIVATI

+1 voto
Art. 13

Percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione
per le attivita' di sostegno didattico agli alunni con disabilita'

1. In attesa della istituzione di specifiche classi di abilitazione
e della compiuta regolamentazione dei relativi percorsi di
formazione, la specializzazione per l'attivita' di sostegno didattico
agli alunni con disabilita' si consegue esclusivamente presso le
universita'. Le caratteristiche dei corsi di formazione per il
conseguimento della specializzazione per le attivita' di sostegno
didattico agli alunni con disabilita', che devono prevedere
l'acquisizione di un minimo di 60 crediti formativi, comprendere
almeno 300 ore di tirocinio pari a 12 crediti formativi universitari
e articolarsi distintamente per la scuola dell'infanzia, primaria,
secondaria di primo grado e secondo grado, sono definite nel
regolamento di ateneo in conformita' ai criteri stabiliti dal
Ministro dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca, sentiti
il Consiglio universitario nazionale e le associazioni nazionali
competenti per materia. Ai corsi, autorizzati dal Ministero
dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca, possono accedere
gli insegnanti abilitati.
2. Le universita' possono avvalersi, per lo svolgimento di
specifici insegnamenti non attivati nell'ambito dell'ateneo, di
personale in possesso di specifica e documentata competenza nel campo
delle didattiche speciali.
3. I corsi sono a numero programmato dal Ministero dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca tenendo conto delle esigenze del
sistema nazionale di istruzione e presuppongono il superamento di una
prova di accesso predisposta dalle universita'.
4. A conclusione del corso il candidato che supera con esito
favorevole l'esame finale consegue il diploma di specializzazione per
l'attivita' di sostegno didattico agli alunni con disabilita'.
5. La specializzazione di cui al comma 4 consente l'iscrizione
negli elenchi per il sostegno ai fini delle assunzioni a tempo
indeterminato ed a tempo determinato sui relativi posti disponibili.
quesito posto il 2 Gennaio 2012 da richi (61,750 punti)

13 Risposte

0 voti
PER ORA SOLO FORMAZIONE PRIMARIA HA CORSI ABILITANTI AL SOSTEGNO E SOLO PER CHI E' ISCRITTO AL CORSO DI LAUREA...
PER MEDIE E SUPERIORI BISOGNERA' ATTENDERE CHE PRIMA I TFA ABILITINO ALLE CLASSI COMUNI
POI ATTIVERANNO LA CLASSE DEL SOSTEGNO CHE ANCORA NON ESISTE...
risposta inviata il 2 Gennaio 2012 da richi (61,750 punti)
0 voti
azz.....
illuminante...
risposta inviata il 2 Gennaio 2012 da giorgia.77 (5,720 punti)
0 voti
ti ringrazio Marco. Sei stato molto gentile....
Sono interessata al sostegno ma la vedo piuttosto dura...
risposta inviata il 2 Gennaio 2012 da giorgia.77 (5,720 punti)
0 voti
prego in bocca al lupo, x fortuna io sto finendo il modulo sostegno post laurea x la primaria
risposta inviata il 2 Gennaio 2012 da richi (61,750 punti)
0 voti
Hai fatto bene Marco ... io quando iniziarono i tagli, nel 2008, stavo per laurearmi in SFP e allora, studiando notte e giorno, ci ho messo in mezzo pure il sostegno ..... è la prima volta in vita mia che sono stata scaltra ... adesso è durissima entrare nella specilizzazione anche per i laureati e laureandi SFP.

......... sperando che non ci taglino fuori con questa maledetta riconversione!!!!!!!!!!!
risposta inviata il 2 Gennaio 2012 da vituzza (15,580 punti)
Ma come??? esiste la possibilità che ci taglino fuori????? (intendo chi è laureato in sfp con specializz sostegno) ti prego dimmi di noooooooo!!!!!!!
0 voti
bè la riconversione mi è stato detto che riguarderà soprattutto medie e superiori insegnanti di lettere, arte, musica, ginnastica e i tecnico pratici dei professionali
risposta inviata il 3 Gennaio 2012 da richi (61,750 punti)
0 voti
Sì lo so, ma è comunque profondamente ingiusto. Per gli esuberi partiamo soprattutto di gente in ruolo alle secondarie con diploma a fronte di tanti specializzati SOS .. post Ssis ... post lauream ......... E quando entrerano in ruolo? Post m.....................???
risposta inviata il 3 Gennaio 2012 da vituzza (15,580 punti)
0 voti
siamo sul titanic e ognuno cerca di avere 1 scialuppa di salvataggio o quanto meno una zattera x non affogare
risposta inviata il 3 Gennaio 2012 da richi (61,750 punti)
0 voti
cosa intendete per riconversione?
risposta inviata il 11 Gennaio 2012 da salvatorepat (3,880 punti)
+1 voto
L'intenzione è quella di convertire i docenti in soprannumero in docenti di sostegno con brevi corsi (alla faccia della competenza...). Il progetto al momento è naufragato... ma secondo me verrà riproposto. Qui si parla di concorsi, esaurimento delle graduatorie... se non vengono riassorbiti gli esuberi e pochi vanno in pensione... altro che assunzioni! Quelle di quest'ultimo mese mi sembrano tutte parole al vento, come amano fare tutti i politici per riempirsi la bocca (e il seggio...).
risposta inviata il 11 Gennaio 2012 da moyrarispoli.to (105,060 punti)
0 voti
è davvero una cosa indecente..il sostegno è una cosa seria come si potrebbero abilitare insegnanti con brevi corsi?
risposta inviata il 11 Gennaio 2012 da salvatorepat (3,880 punti)
+1 voto
Il Miur può tutto... se non hai capito, la scuola è tutt'altro che democratica:-)
risposta inviata il 11 Gennaio 2012 da moyrarispoli.to (105,060 punti)
0 voti
la riconversione purtroppo ci sarà....ATTIVIAMOCI TUTTI....in tanti non lavoreremo dal prossimo anno

http://www.superabile.it/web/it/CANALI_TEMATICI/Scuola_e_Formazione/Il_punto/info-1207299738.html
risposta inviata il 11 Gennaio 2012 da Elisetta (1,480 punti)
Inondiamo tutte le redazioni di giornali di e-mail scriviamo a Napolitano....il sostegno non può e non deve essere un ripiego...e poi il diritto al lavoro, i sacrifici fatti per formarci chi ce li ripaga? La classe docente è bistrattata perchè nessuno ci teme, è l'unica categoria pronta a scannarsi, non unita ...per una volta tutti i docenti precari dovrebbero lottare insieme..siamo un esercito,e se ora tocca al sostegno un giorno potrà toccare ad un'altra classe di concorso...non ci arrendiamo FACCIAMOCI SENTIRE