Docenti da 18 a 24 ore: "una strage di posti di lavoro"

+7 voti
Ho letto stamane che la legge di stabilità prevede un aumento della cattedra
dei docenti degli istituti secondari da 18 ore a 24 ore settimanali.
Tralasciando il discorso del poter o meno riuscire a svolgere 24 ore di lezione
in classi super affollate di alunni tutt'altro che rispettosi nei confronti
degli insegnanti (i ragazzi di oggi non sono più quelli di 50 anni fa, a volte
vorrei poter fare dei filmati per far vedere i comportamenti dei ragazzi di
oggi al Ministro e non solo che sostiene che è possibile fare lezione in classi
da 30 alunni)  mi chiedo: il Ministro si è forse reso conto a cosa andrebbe
incontro questa modifica? Aggiungere 6 ore alla cattedra attuale da 18 ore
vorrebbe dire perdere un posto di lavoro per ogni 3 docenti (se la matematica
non è un'opinione 3 x 6 = 18 ore = un posto di lavoro in meno). Ciò vuol dire
che una scuola con un personale docente di ruolo di 90 persone, provoca una
perdita di 30 posti di lavoro (90:3=30). La conseguenza sarebbe creare
centinaia di docenti in esubero, e a maggior ragione non permettere ad altre
centinaia di insegnanti precari "super qualificati"  che hanno portato avanti
fino ad oggi la scuola pubblica a ritrovarsi dopo anni e anni di duri sacrifici
senza più il bene necessario per vivere: il lavoro. Ancora mi chiedo: che senso
ha bandire in questa situazione un concorso a cattedra? Il concorso a cattedra
non crea dei posti di lavoro, ma crea soltanto ingiustizie oltre che sperpero
di denaro pubblico: ad esempio se io, inserito nelle graduatorie ad
esaurimento, dopo diversi anni di servizio non dovessi vincere tale concorso,
il mio posto andrebbe ad un altra persona con molta meno esperienza della mia.
E i vincitori di un concorso non sono più meritevoli dei non vincitori, perché
come tutti ben sappiamo "non vanno oggi avanti i più preparati" ma va avanti
chi riesce ad ottenere un "aggancio migliore". Quindi vorrei soltanto dire al
Ministro di riflettere bene prima di prendere qualsiasi decisione, i docenti
non sono numeri del lotto su cui ci si può giocare, ma sono delle persone degne
di meritare rispetto e considerazione come tutte le altre, anzi credo (non
perché sono di parte) più delle altre categorie per il ruolo fondamentale che
svolgono. Solo investendo sulla cultura il paese può risollevarsi.
quesito posto il 11 Ottobre 2012 da roberto.60 (620 punti)

20 Risposte

+4 voti
scioperoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da clare (1,320 punti)
+4 voti
Invece di ridurre gli stipendi a quei parassiti dei politici
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da lisetta (940 punti)
+5 voti
Continuiamo ad essere la categoria piu bisfrattata, non solo dai politici e dall'opinione pubblica ,ma anche dai ragazzi che sempre piu ,come diceva la collega sopra ,mancano di rispetto agli insegnanti e ,tutto nella quasi totale indifferenza dei genitori.
Siamo trattati non come professionisti,ma come impiegati senza possibilità di carriera..(altro che meritocrazia la nostra professione e sotto tutti punti di vista invisibile).Siamo sottopagati e a proposito di riconoscimento della carriera... ci viene tolto anche il diritto agli scatti di anzianità
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da florence (6,100 punti)
+2 voti
Sono letteralmente senza parole...questa manovrina è anche colpa dei colleghi di ruolo e anche di alcuni precari che, non sazi delle calssiche 18h, si sono permessi il lusso di aumentare il loro monte ore a discapito di chi, con solo 4 o 6h risuciva a cumulare un anno di servizio!!Dovrebbero vergognarsi tutti quelli che lo fanno e l'hanno fatto...io ne conosco tanti....poi si lamentano di impazzire con tutti quegli studenti da valutare!!!Speriamo che almeno questa volta ci sia una bella rivolta!
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da Lele696 (40,740 punti)
+4 voti
Leggete qui (notizia di oggi):

Consulta, incostituzionale il taglio dei maxi stipendi della Pubblica Amministrazione e di quelli della magistratura.
Ecco il link: http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/12/10/11/no-tagli-stipendi-pubblici-magistrati.html

Ma, dico io, allora perchè a noi insegnanti (che siamo pur sempre impiegati dell'amministrazione pubblica) possono fare queste autentiche "schifezze"????

Signori è ora di ribellarci e.... se necessario.... cominciare ad armarci! Ne sono convinto!

Intanto: per questo motivo; per protestare contro il concorso; per tanti altri validi motivi, domani
                   .........S C I O P E R I A M O......
NON FACCIAMO LE SOLITE PECORE PER FAVORE

Cominciamo inoltre a pensare ad qualche azione legale di massa contro questi provvedimenti del nostro "menefreghista" ministro e di tutto il governo (meno male che doveva preservare i più deboli.... alla faccia!)

HASTA LA VICTORIA..... SIEMPRE!
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da ariniema (14,790 punti)
+3 voti
Non si risolve niente se in un istituto fanno sciopero 2, 3 insegnanti.. Dobbiamo essere tutti, uniti, facendo uno sciopero che crei disagi, occupando il ministero, occupando le ferrovie... Dobbiamo farci sentire, con la voce e soprattutto con i fatti.. Gli scioperi fatti finora, la realtá lo dimostra, non sono serviti a nulla...
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da roberto.60 (620 punti)
+3 voti
Non sono d'accordo.
Se tutti ragioniamo in questo modo, comunque non ci facciamo sentire.
E' un po' come la storia di alcuni che si dichiarano animalisti, salvo poi acquistare le pellicce,
giustificando il loro operato dicendo: "Beh... tanto se non la compro io la pelliccia la compra sempre un'altra persona". Non credo che sia un ragionamento valido.

Intanto, se uno ha una coscienza sindacale e crede in certe cose, sciopera a prescindere dalla massa di pecoroni che non lo fanno.

INOLTRE: facciamo attenzione, di questo passo ci toglieranno anche il diritto alla sciopero, tanto, diranno, non serve a nulla. Così come dicono molti nostri colleghi (ignoranti!).

Le conquiste sociali, democratiche, di lavoro, vanno difese. Non si può pensare che, una volta conquistati, sono validi sempre. Se non fossero stati convinti di fare cose giuste i primi sindacalisti della storia, oppure i vari movimenti degli anni '60, adesso andremmo tutti ancora a lavorare per 10 ore al giorno.

MEDITATE PER FAVORE..... e SCIOPERATE.
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da ariniema (14,790 punti)
0 voti
ma è una legge?
risposta inviata il 11 Ottobre 2012 da magicpenny (2,120 punti)
+3 voti
UN GOVERNO DI NON ELETTI PER AUMENTARE IL DIVARIO TRA I POCHISSIMI RICCHI (COME LORO) E I TANTISSIMI POVERI (COME NOI)! VERGOGNA!!!
risposta inviata il 12 Ottobre 2012 da properzio (4,830 punti)
0 voti
Il governo non potra' fare nulla se in Parlamento qualche forza politica che dice di essere dalla nostra parte ( vedi PD ) punta i piedi ! Ricordo che il decreto deve essere convertito in legge dal Parlamento. In primavera si vota e penso e spero che le forze politiche pensano che, se vogliono il consenso elettorale, DEVONO AVERE A CUORE LA SCUOLA !!!!!
Ho letto dichiarazioni di Bindi e Bersani che dice che su questo punto chiederanno modifiche.... Speriamo bene, perche' altrimenti dal prossimo anno prendiamo la disoccupazione
risposta inviata il 12 Ottobre 2012 da alessandra-battisti.rm (870 punti)
0 voti
IO NON VOTERO' PIU' PARTITO DEMOCRATICO: hanno svenduto la storia della scuola e dei lavoratori. VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
risposta inviata il 12 Ottobre 2012 da properzio (4,830 punti)
E CHI VOTERAI BERLUSCHINO???
NO MAI FATTO, IO.
+5 voti
Oggi ho scioperato, anche se molti miei colleghi non lo hanno fatto ( alcuni di loro sono quasi alla pensione e se ne fregano di quello che succederà, altri perchè non vogliono perdere i soldi). é uno schifo: tagli solo alla scuola  e in cambio dobbiamo lavorare di più????? 24 ore a settimana con alunni che tra un pò ci picchiano? ma scherziamo? vado a fare la cameriera a londra, piuttosto.....
risposta inviata il 12 Ottobre 2012 da subms23 (300 punti)
+1 voto
Concordo pienamente con Danang: dobbiamo cominciare a far le cose serie, uniamoci in una class-action e facciamo davvero sentire LA NOSTRA INDIGNAZIONE E LA NOSTRA DISPERAZIONE A QUESTO GOVERNO SCELLERATO E DISTRUTTORE DELLE SPERANZE LEGITTIME DEI LAVORATORI CHE COSTORO CONSIDERANO MERI NUMERI.
risposta inviata il 13 Ottobre 2012 da ciga (13,350 punti)
+2 voti
bisogna veramente fare uno sciopero come si deve per sperare di ottenere qualcosa , non è possibile ridurre tutti questi posti e tra l'altro veramente tanta gente che lavora da anni resterebbe senza lavoro , non può passare una simile proposta !!!!!!!!
 e il concorso a cosa serve se i posti non ci sono ?????????????
speriamo bene
risposta inviata il 13 Ottobre 2012 da Pierus (1,930 punti)
+2 voti
SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO  SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO SCIOPERO!!!!!
risposta inviata il 14 Ottobre 2012 da magicpenny (2,120 punti)
0 voti
Non possiamo accettare che dopo anni di precariato ci buttano come spazzatura, prima il concorso e poi il taglio di altri posti di lavoro. RIBELLIAMOCI.
risposta inviata il 14 Ottobre 2012 da lalla bis (140 punti)
0 voti
dovremmo creare in ogni città un raduno e dar luogo a una protesta ad oltranza...come hanno fatto gli operai sardi o pugliesi a settembre....Non andare a scuola ovviamente, aiutati da quelli di ruolo...la cosa durerebbe pochissimi giorni perchè senza insegnanti le scuole non hanno molto senso e la cosa farebbe notizia!
risposta inviata il 14 Ottobre 2012 da Lele696 (40,740 punti)
0 voti
Firmate tutti la petizione contro le 24 ore al seguente link:

http://firmiamo.it/lascuolanonpaghilacrisi
risposta inviata il 14 Ottobre 2012 da roberto.60 (620 punti)
0 voti
lo sciopero non serve a niente, metodo passato, invece non ANDIAMO A VOTARE, OPPURE ANDIAMO A MANGIARE CON TUTTA LA FAMIGLIA DA NOSTRI CARI POLITICI
risposta inviata il 15 Ottobre 2012 da pinco (31,160 punti)
0 voti
non è vero che scioperare non serve a nulla...armatevi di coraggio e scioperate seriamente se non volete vedere calpestati sempre più tutti i vostri diritti..ma non vi rendete conto di come si stia esagerando sempre di più anno dopo anno??davvero supplente in eterno pensi che basti non andare a votare?capirai se non votano gli insegnanti tanto votano tutti gli altri e a loro che gli frega?? invece un bello sciopero durevole che crei veri disservizi secondo me è molto più utile, ma deve essere fatto bene!!!!non un solo giorno o qualche ora...metodi indolori così non importano a nessuno...
risposta inviata il 18 Ottobre 2012 da francimpalli (3,940 punti)