Si può stare in una provincia con la Ge e lavorare regolarmente nella scuola paritaria di altra provincia?

0 voti
in modo che se ricevi incarico annuale o supplenza, puoi declinare a pieno titolo dichiarando che lavori già in una scaula paritaria... oppure è necessario comunque lavorare in una scuola paritaria della provincia in cui sei inserito in Ge o Gi?
GRAZIEEEEEEEE :D
quesito posto il 20 Maggio 2011 da puffola (15,630 punti)

8 Risposte

0 voti
Puoi lavorare in una scuola privata OVUNQUE senza Nessun limite di provincia...
Non so cosa intendi con "puoi declinare a pieno titolo"....
Comunque se non hai intenzione di accettare delle supplenze dal provveditorato puoi sempre inserirlo nella domanda di aggiornamento e dare disponibilità solo per le chiamate al ruolo. Spero di esseri stata d'aiuto!
In bocca al lupo ;)
risposta inviata il 20 Maggio 2011 da giamar (1,810 punti)
–4 voti
Con tutto il rispetto per chi scrive...non mi sembra corretto mettersi in graduatoria in una provincia per il ruolo e lavorare in una scuola paritaria in altra provincia...soprattutto tenendo presente come lavorano alcune scuole paritarie del sud...cioè male...sono solo una macchina per fare punteggio (premesso che io sono originaria del sud e conosco benissimo alcune realtà di scuole paritari del sud)
Lo so è una guerra tra poveri...e credo che ognuno di noi se potesse trovare stratagemmi per passare di ruolo senza avere troppi disturbi cercherebbe di attuarli senza pensarci su un attimo.
Io sono un'insegnante di Salerno, ma lavoro a Milano ormai da 6 anni...dopo tanti sacrifici ho raggiunto una posizione di rispetto...lavorando con amore ogni anno a contatto con i ragazzi e gli altri colleghi qui a Milano...accontentandomi di uno stipendio da insegnante troppo misero per vivere in questa città.
Da quest'anno si apriranno le graduatorie a persone che molto probabilmente mi scavalcheranno perchè precarie da più tempo ma alcune di esse non hanno lavorato mai in una scuola statale e chissà se hanno lavorato davvero in una scuola paritaria...
Capisco le ragioni di tutti, ma non posso non essere indignata per la cattiva organizzazione del ministero dell'istruzione...che crea solo caos e lotte tra noi poveri insegnanti vittime dei loro raggiri.
Caterina
risposta inviata il 20 Maggio 2011 da melina62 (150 punti)
Cara Caterina, c'è differenza tra paritaria e parificata. Le paritarie sono scuole a tutti gli effetti sovvenzionate dalle Provincie o dalle Regioni con proprie graduatorie e normative per assunzioni e supplenze in analogia a quanto avviene per le Scuole Statali. Per ciò che riguarda il Sud, so di gente del Nord semianalfabeta che ha comprato il diploma.
Vedo che ti sei ben integrata nella mentalità Leghista "da Bergamo alle Svalbard giustizia, onestà, civiltà (infatti vedasi il cavaliere e l'etica leghista) un vero paradiso il resto, ignoranza, malverso, corruzione e mondezza, di certo ti troverai bene dove vivi.
+4 voti
Grazie Gigiaf... a pieno titolo intendevo dire che posso declinare senza incorrere in nessuna penalizzazione!

Liberaidea... come dice il tuo nick ognuno è libero nelle idee e nei fatti! se la legge permette di fare una cosa evidentemente la "scorrettezza" di cui tu parli è opinione tua e non di tutti. E poi perchè non ti sembra corretto? non capisco sinceramente...
Cmq sn 5 anni che lavoro sia in scuole pubbliche che private nel sud... e non ho mai visto le scuole private come un serbatoio di punti, non ho mai lavorato in scuole paritarie del sud "male" come tu dici. Questo mi sembra tanto un luogo comune...
Inoltre non ho detto che mi metto in una graduatoria del Nord e cerco lavoro in scuole paritarie al Sud, anzi, se mi sposto sarà cmq al nord, sia in pubblica che in privata!
risposta inviata il 20 Maggio 2011 da puffola (15,630 punti)
+3 voti
Raggio di Luna, io penso che anche se lavorassi in una scuola privata non ci sarebbe nulla di male!!! Vista la situazione di noi docenti, direi che ogni mezzo per acquisire punteggio va bene! Anzi, se hai la fortuna di inserirti nella scuola privata non rifiutare!!!
Tra l'altro, se le scuole private sono "macchine", che ne pensate del sostegno!?! la maggior parte hanno conseguito il titolo del sostegno SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per accumulare punteggio!!!
Non facciamo gli ipocriti e i perbenisti!!!
Raggio di Luna, in bocca al lupo!!!
risposta inviata il 20 Maggio 2011 da iti81 (3,270 punti)
+4 voti
Grazie mille Titty, sono d'accordo con te!
inoltre personalmente cerco di svolgere sempre il mio lavoro al meglio (con tutti i limiti che posso avere) e secondo coscienza, a prescindere dal fatto che la scuola sia privata o pubblica... e questo credo sia la cosa più importante! ;D
Un mega in bocca al lupo anche a te e a tutti!!!
risposta inviata il 20 Maggio 2011 da puffola (15,630 punti)
:-) brava e brava e brava...
non è necessario che dica che lavori da un'altra parte, a meno che tu non abbia accettato una supplenza nella provincia dove sei inserita e ti chiama un'altra scuola della stessa prov.  
Sappi però che se ti convoca l'usp e non ti presenti o rinunci non verrai più chiamata per quell'anno nella stessa classe di concorso e nella stessa provincia.
Se invece vieni chiamata da GI ...boh!
In bocca al lupo
+5 voti
Sapete cosa c'è di male a lavorare in una scuola privata??
Il fatto che il più delle volte ti pagano una miseria! Anzi alcune scuole a stento ti pagano il rimborso spese,
e tu disperato/a accetti pur di fare un po' di punteggio..
risposta inviata il 20 Maggio 2011 da sunnykid (1,170 punti)
+2 voti
Se trovi un lavoro in una privata non ti presenti e via. Tanto per quell'anno non ti serviranno altre supplenze! E in bocca al lupo, ne avrai bisogno!
risposta inviata il 20 Maggio 2011 da Damaremonteapianura (113,920 punti)
0 voti
Io non sono contro di voi...sono contro il meccanismo contorto del reclutamento insegnanti...ma soprattutto contro i tagli!!

Speriamo che cada presto questo governo e che la nostra categoria riacquisti dignità
risposta inviata il 4 Giugno 2011 da melina62 (150 punti)