orario giornaliero scuola infanzia

0 voti
quante ore giornaliere si devono fare su una supplenza inferiore a 5 giorni settimanali nella scuola dell'infanzia
quesito posto il 12 Maggio 2014 da vania.silvello76 (140 punti)
rivisti 12 Maggio 2014 da vania.silvello76

3 Risposte

0 voti
...CHE IO SAPPIA 4 H E 10'
risposta inviata il 12 Maggio 2014 da orny.82 (1,000 punti)
0 voti
..pero' facendo 5 H ad esempio , DAL lunedi' al venerdì ,maturi le 25 h settimanalie  hai diritto al pagamento del sabato e della domenica ...sempre che la docente che stai sostituendo abbia il sabato libero!


se invece inizi a lavorare mercoledì e sai gia' di non maturare le 25H sett. dovresti fare 4 He 10minuti.
risposta inviata il 12 Maggio 2014 da orny.82 (1,000 punti)
E se inizi a lavorare il mercoledì in una scuola a tempo ridotto con la settimana corta dal lunedì al venerdì, cosa fai lasci la classe scoperta per 1 ora?
Non credo che questo ci sia permesso, non voglio sbagliarmi ma siamo tenute a rispettare l'orario della titolare che stiamo sostituendo in quel momento.
questo è uno schema per chiarirci le idee..compresa me stessa!
Supplente temporaneo: diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera settimana
1) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al venerdì con sabato libero: il supplente, nominato da lunedì, presterà servizio
per 5 ore al giorno ed, avendo completato l’orario d’obbligo settimanale (ore 5 x 5 = ore 25),
avrà diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera settimana, dal lunedì alla
domenica.
2) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al sabato, con sabato lavorativo: il supplente, nominato da lunedì, presterà
servizio per 4,10 ore al giorno ed, avendo completato l’orario d’obbligo settimanale (ore
4,10 x 6 = ore 25), avrà diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera
settimana, dal lunedì alla domenica.
3) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al martedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno dal lunedì al
martedì. L’insegnante titolare Verdi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si
assenta dal mercoledì al giovedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno
dal mercoledì al giovedì. L’insegnante titolare Sempronio di scuola dell’infanzia, 25 ore
sett.li, dell’istituto X si assenta dal venerdì al sabato: il supplente Rossi presterà servizio per
4,10 ore al giorno dal venerdì al sabato. Il supplente Rossi, avendo completato l’orario
d’obbligo settimanale (ore 4,10 x 6 = ore 25), avrà diritto anche al riconoscimento giuridico
ed economico della domenica.
4) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al martedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno dal lunedì al
martedì. L’insegnante titolare Verdi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto Y si
assenta dal mercoledì al giovedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno
dal mercoledì al giovedì. L’insegnante titolare Sempronio di scuola dell’infanzia, 25 ore
sett.li, dell’istituto Z si assenta dal venerdì al sabato: il supplente Rossi presterà servizio per
4,10 ore al giorno dal venerdì al sabato. Il supplente Rossi, avendo completato l’orario
d’obbligo settimanale (ore 4,10 x 6 = ore 25), avrà diritto anche al riconoscimento giuridico
ed economico della domenica da parte dell’ultima scuola di servizio, cioè l’istituto Z.
Per aver diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera settimana:
a) il servizio deve essere prestato per lo stesso ordine di scuola (infanzia, primaria,
secondaria);
b) lo svolgimento dell’intero orario d’obbligo settimanale ( 25 ore sett.li infanzia, 24 ore sett.li
primaria e 18 ore sett.li secondaria) può avvenire con più contratti nello stesso istituto o in
istituti diversi ed in sostituzione di più docenti.
FONTI
Nell’ipotesi che il docente completi (1)tutto l’orario settimanale ordinario, ha ugualmente diritto al
pagamento della domenica ai sensi dell’art. 2109, comma 1, del codice civile.
FONTE: art. 40 comma 3 del CCNL del Comparto Scuola 2006/2009.
Il prestatore di lavoro ha diritto ad un giorno di riposo ogni settimana di regola in coincidenza con
la domenica.
FONTE: art. 2109, comma 1, del codice civile.
….Deriva sia il diritto del lavoratore ad un giorno di riposo ogni settimana, di regola in coincidenza
con la domenica, sia il diritto alla retribuzione, come conseguenza naturale del riconoscimento degli
effetti giuridici di un periodo di servizio per il quale il lavoratore ha stipulato un contratto. Nel caso
prospettato, dunque, e a condizione che il docente supplente abbia svolto tutto l’orario settimanale
(2)proprio del docente titolare che va a sostituire, va retribuita non solo la giornata festiva della
domenica, ma anche la giornata del sabato, ancorché non lavorativa.
FONTE: Nota Aran del 28 aprile 2008
…prevedere che, in ipotesi del tutto sovrapponibili, possa esservi un diverso trattamento
economico-giuridico, sarebbe del tutto irrazionale: infatti, (2)che un docente supplente abbia
sostituito un solo docente titolare o più docenti titolari è del tutto irrilevante: ciò che comporta è che
la sostituzione sia avvenuta per (1)l’intero orario di lavoro, altrimenti la norma pattizia si
renderebbe contrastante con il principio di cui all’art. 3 della Costituzione…
FONTE: Sentenza del Giudice del Lavoro di Caltanisetta n. 155 del 25 febbraio 2010
NOTE
(1) Ciò che conta è lo svolgimento dell’orario settimanale ordinario da parte del supplente.
(2) 25 ore sett.li infanzia, 24 ore sett.li primaria e 18 ore sett.li secondaria.
Giorgio Greco
Assistente Amministrativo
0 voti
Supplente temporaneo: diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera settimana
1) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al venerdì con sabato libero: il supplente, nominato da lunedì, presterà servizio
per 5 ore al giorno ed, avendo completato l’orario d’obbligo settimanale (ore 5 x 5 = ore 25),
avrà diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera settimana, dal lunedì alla
domenica.
2) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al sabato, con sabato lavorativo: il supplente, nominato da lunedì, presterà
servizio per 4,10 ore al giorno ed, avendo completato l’orario d’obbligo settimanale (ore
4,10 x 6 = ore 25), avrà diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera
settimana, dal lunedì alla domenica.
3) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al martedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno dal lunedì al
martedì. L’insegnante titolare Verdi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si
assenta dal mercoledì al giovedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno
dal mercoledì al giovedì. L’insegnante titolare Sempronio di scuola dell’infanzia, 25 ore
sett.li, dell’istituto X si assenta dal venerdì al sabato: il supplente Rossi presterà servizio per
4,10 ore al giorno dal venerdì al sabato. Il supplente Rossi, avendo completato l’orario
d’obbligo settimanale (ore 4,10 x 6 = ore 25), avrà diritto anche al riconoscimento giuridico
ed economico della domenica.
4) L’insegnante titolare Bianchi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto X si assenta
dal lunedì al martedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno dal lunedì al
martedì. L’insegnante titolare Verdi di scuola dell’infanzia, 25 ore sett.li, dell’istituto Y si
assenta dal mercoledì al giovedì: il supplente Rossi presterà servizio per 4,10 ore al giorno
dal mercoledì al giovedì. L’insegnante titolare Sempronio di scuola dell’infanzia, 25 ore
sett.li, dell’istituto Z si assenta dal venerdì al sabato: il supplente Rossi presterà servizio per
4,10 ore al giorno dal venerdì al sabato. Il supplente Rossi, avendo completato l’orario
d’obbligo settimanale (ore 4,10 x 6 = ore 25), avrà diritto anche al riconoscimento giuridico
ed economico della domenica da parte dell’ultima scuola di servizio, cioè l’istituto Z.
Per aver diritto al riconoscimento giuridico ed economico dell’intera settimana:
a) il servizio deve essere prestato per lo stesso ordine di scuola (infanzia, primaria,
secondaria);
b) lo svolgimento dell’intero orario d’obbligo settimanale ( 25 ore sett.li infanzia, 24 ore sett.li
primaria e 18 ore sett.li secondaria) può avvenire con più contratti nello stesso istituto o in
istituti diversi ed in sostituzione di più docenti.
FONTI
Nell’ipotesi che il docente completi (1)tutto l’orario settimanale ordinario, ha ugualmente diritto al
pagamento della domenica ai sensi dell’art. 2109, comma 1, del codice civile.
FONTE: art. 40 comma 3 del CCNL del Comparto Scuola 2006/2009.
Il prestatore di lavoro ha diritto ad un giorno di riposo ogni settimana di regola in coincidenza con
la domenica.
FONTE: art. 2109, comma 1, del codice civile.
….Deriva sia il diritto del lavoratore ad un giorno di riposo ogni settimana, di regola in coincidenza
con la domenica, sia il diritto alla retribuzione, come conseguenza naturale del riconoscimento degli
effetti giuridici di un periodo di servizio per il quale il lavoratore ha stipulato un contratto. Nel caso
prospettato, dunque, e a condizione che il docente supplente abbia svolto tutto l’orario settimanale
(2)proprio del docente titolare che va a sostituire, va retribuita non solo la giornata festiva della
domenica, ma anche la giornata del sabato, ancorché non lavorativa.
FONTE: Nota Aran del 28 aprile 2008
…prevedere che, in ipotesi del tutto sovrapponibili, possa esservi un diverso trattamento
economico-giuridico, sarebbe del tutto irrazionale: infatti, (2)che un docente supplente abbia
sostituito un solo docente titolare o più docenti titolari è del tutto irrilevante: ciò che comporta è che
la sostituzione sia avvenuta per (1)l’intero orario di lavoro, altrimenti la norma pattizia si
renderebbe contrastante con il principio di cui all’art. 3 della Costituzione…
FONTE: Sentenza del Giudice del Lavoro di Caltanisetta n. 155 del 25 febbraio 2010
NOTE
(1) Ciò che conta è lo svolgimento dell’orario settimanale ordinario da parte del supplente.
(2) 25 ore sett.li infanzia, 24 ore sett.li primaria e 18 ore sett.li secondaria.
risposta inviata il 13 Maggio 2014 da orny.82 (1,000 punti)